Primo Piano

A Palermo i bambini della scuola materna dell’Istituto comprensivo Mantegna-Bonanno senza riscaldamenti 

A segnalarlo è il Presidente del Consiglio d’Istituto, Pasquale Guaglianone.

 

Tempi duri per gli alunni dell’Istituto comprensivo Mantegna-Bonanno, ubicata nel quartiere Boccadifalco.

Ancora una volta si trova ad affrontare per l’ennesima volta l’emergenza freddo per quanto riguarda il plesso adibito alla scuola materna.

A segnalarlo è il Presidente del Consiglio d’Istituto, Pasquale Guaglianone.
“Il plesso in questione non è mai stato dotato di impianto di riscaldamento – fa presente Guaglianone – e in tutti questi anni, la questione è ovviata con l’installazione di condizionatori i quali, carenti di adeguata manutenzione, già all’inizio di questo anno scolastico, hanno deciso di non funzionare più con la conseguenza che i bambini più piccoli sono costretti a rimanere al gelo durante le ore scolastiche.
Nonostante le molteplici segnalazioni fatte pervenire dalla scuola agli organi competenti, addirittura risalenti al mese di Settembre scorso, ad oggi l’amministrazione comunale non ha dato nessuna risposta”.
“Questa è solo l’ultima emergenza che la scuola si trova ad affrontare, infatti – aggiunge – da anni ormai anche l’ascensore destinato all’uso del trasporto disabili è fuori uso in attesa di essere riparato con tutti i disagi derivanti dal mancato utilizzo di ciò.
La scuola si pone in un contesto sociale svantaggiato derivante dalla mancanza di attenzione delle amministrazioni comunali che negli anni si sono succedute, fatto che scaturisce in un progressivo e costante degrado che interessa tutto il quartiere, in larga parte ormai abbandonato a sé stesso!
È facile a questo punto pensare a quanta fatica facciano tutti i componenti della scuola a dare una parvenza di normalità alle giornate degli alunni che subiscono giornalmente le varie vicissitudini”.
“Riteniamo sia intollerabile nel 2019 –  conclude – continuare ad avere scuole non dotate di impianto di riscaldamento, per questo chiediamo a gran voce che il problema sia risolto una volta per tutte e contestualmente che il quartiere Boccadifalco di Palermo rientri nelle priorità di recupero e rilancio da parte dell’amministrazione comunale”.

Tags
Moltra altro

Filippo Virzì

Giornalista radio/televisivo freelance, esperto in comunicazione integrata multimediale.

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.