CronacaPrimo Piano

Arrestato uno degli autori della rapina alla Banca Nuova di Carini. Caccia ai complici

carabinieri rapina banca cariniVerso le 3.30 circa dello scorso fine settimana l’equipaggio di una gazzella del Nucleo Radiomobile di Palermo ha intimato l’alt al conducente di una Renault Modus di colore grigio a bordo della quale si trovavano cinque giovani, tutti palermitani.

Alla guida del mezzo è stato identificato O.A., 24enne palermitano, che alla vista degli operanti si è mostrato nervoso al punto tale da indurre gli stessi a procedere con una perquisizione personale e veicolare.

Sotto il sedile del ragazzo che era alla guida del mezzo, in parte occultato dal tappetino, è stato trovato un plico sigillato con cellophane trasparente e con fascette in plastica di colore bianco, riportante superiormente la scritta a pennarello “Nuova Carini” contenente 30 astucci di forma circolare racchiusi ognuno con carta di colore verde, dicitura Sicurtransport s.p.a. contenenti ognuno 40 monete da 50 centesimi per un totale di 600 euro (20 euro ad astuccio).

Un più approfondito controllo all’interno dell’auto ha consentito di rinvenire, sul tappetino posteriore dove erano seduti i tre giovani che occupavano il sedile posteriore, un’ulteriore fascetta in plastica di colore bianco, aperta, simile a quella che avvolgeva il plico contenente il denaro recuperato sotto al sedile.

Nel vano portaoggetti anteriore invece è stato rinvenuto un berretto tipo baseball in stoffa di colore nero, con un logo frontale di colore bianco, mentre nel vano portabagagli un pantalone elasticizzato di colore nero.

Alla richiesta della provenienza del plico contenente il denaro, il ragazzo ha riferito di avere vinto la somma presso un centro scommesse ma quando gli è stato chiesto di esibire la ricevuta della vincita e di indicare con precisione il luogo dove avesse vinto la somma, ha risposto di non avere più la ricevuta, di averla stracciata e quanto al luogo ha riferito vagamente di non ricordare.

Alla luce del fatto che le giustificazioni addotte da O.A. sono apparse sin da subito non veritiere, sono state effettuate delle verifiche da cui risalire alla provenienza del denaro, accertando che il 7 gennaio scorso, era stata perpetrata una rapina presso l’istituto di credito “Banca Nuova” a Carini, ad opera di tre malfattori, che erano fuggiti con un bottino di 1600 euro circa in monete, prelevandole dalla cassaforte.

Considerata la descrizione di uno dei rapinatori fornita dai Carabinieri della Compagnia di Carini, sono state esaminate le immagini del sistema di sorveglianza dell’istituto bancario accertando senza alcun dubbio che O.A. era uno degli autori della rapina.

La successiva perquisizione domiciliare ha permesso inoltre di rinvenire e sequestrare la somma di 580 euro in banconote da vario taglio.

Per questi motivi il giovane su disposizione dell’Autorità Giudiziaria è stato dichiarato in stato di fermo di indiziato di delitto per rapina aggravata in concorso ed a seguito dell’udienza di convalida tradotto agli arresti domiciliari.

Sono in corso indagini della Compagnia di Carini in stretta collaborazione dei colleghi del Nucleo Radiomobile Carabinieri di Palermo, al fine di arrivare alla identificazione degli altri complici che hanno preso parte alla rapina in questione.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.