Cinema-Teatro-MusicaPrimo Piano

Aida Satta Flores in “Pane d’autore”. Tre concerti nei Presidi Ospedalieri di Palermo

aida sattaNell’ambito delle manifestazioni Natalizie realizzate dal Comune di Palermo – Area della Cultura, Aida Satta Flores porterà la propria musica nei Presidi Ospedalieri:

Ospedale Buccheri La Ferla “Fatebenefratelli”: 3 gennaio 2016 ore 11.00
Ospedale dei Bambini ‐ Di Cristina: 4 gennaio 2016 ore 11.00
Hospice/Ospedale Civico : 4 gennaio 2016 ore 16,30

Il tema dell’avviso pubblico dell’ amministrazione di Palermo – Area Cultura ‐ “ Il Natale come Nutrimento culturale e Solidarietà con la Musica” si sposa pienamente con gli argomenti trattati
nel progetto musicale “Pane d’Autore”, nato da un’idea di Aida Satta Flores.

Il concerto si articola in un lungo viaggio musicale tra le parole dei poeti e dei cantautori di ieri e di oggi, faro e vero nutrimento dell’anima, tra i degenti, gli ammalati, i barboni, i malati terminali
ospitati negli ospedali di Palermo. Aida Satta Flores, insieme alla sua band, porterà nei luoghi di sofferenza indicati, tra adulti e minori, la “cura” ed il conforto del pensiero dei Poeti, la solidarietà
umana a tutta l’umanità che soffre, residenti e migranti: elementi indispensabili per accendere speranze, soprattutto nell’ atmosfera del Natale.

Le Direzioni Sanitarie degli Ospedali Cittadini hanno accolto la proposta con immenso gradimento, esprimendo gioia profonda per l’iniziativa particolarmente sensibile nei riguardi di chi vive il periodo natalizio con tristezza, a volte con solitudine. Fortissima sarà l’esperienza all’Hospice del Civico, ove il difficile tema “fine vita” è affrontato, quotidianamente, dal dottor Francesco Muscarella, direttore dell’Hospice Civico a Palermo. L’impegno della sua equipe: “Quando non c’è più nulla da fare, c’è tanto da fare”. In questa apparente contraddizione si racchiude il delicato lavoro di medici ed infermieri, chiamati ad un ruolo di sostegno altamente umanitario.

In quasi due ore di musica e parole, ogni replica di “Pane d’Autore” è allegoricamente suddiviso in 2 tempi, miscelati, di musica e parole….Aida Satta Flores, infatti, partendo da un pensiero di Alda Merini “solo m’è salva questa purità d’infanzia che risale intatta”, metterà in luce l’urgenza di un “viaggio all’incontrario” rispetto agli usi e consumi suggeriti dai media, da un certo mondo adulto, e dal modus vivendi della società contemporanea, che istiga a bisogni di cui l’uomo non ha bisogno, che rende sempre più latitanti i necessari concetti di Bellezza e Poesia.

Tra le parole parlate e cantate si articola il concerto vero e proprio, “La solitudine magnifica… perché ignorarli è ignoranza”, ove Aida si accompagna alla sua band di strepitosi musicisti Madoniti che han collaborato all’ultimo album “Bellandare”, presentato a Palermo il 19 marzo 2015 a la Feltrinelli, il 21 giugno all’Auditorium Rai; special guest artisti come Mimmo Locasciulli, Edoardo De Angelis, Leo Gullotta, Giuseppe Milici, Vincenzo Mancuso, Giovanni Sollima.

La band che suonerà nei tre Presidi Ospedalieri, il 3 e 4 gennaio 2015, è composta da: Alessandro Valenza al pianoforte; Davide Inguaggiato al contrabbasso; Gaetano Tucci ai fiati; Lorenzo Profita alla fisarmonica.

“La solitudine magnifica…perché ignorarli è ignoranza” prende il nome dall’omonima canzone di Aida Satta Flores tratta dall’album “Bellandare”. La solidarietà in Musica è qui rappresentata
fortemente dal progetto in sé stesso, che è stato presentato, in conferenza‐stampa, il 10/05/2015, nel giorno della festa della mamma, in Aula Consiliare di Palazzo delle Aquile, col patrocinio del
Sindaco e della Presidenza del Consiglio del Comune di Palermo. Aida ha deciso di devolvere ogni diritto derivante dalla canzone (diritti d’autore, editoriali, di pubblica esecuzione, di visualizzazioni su you tube del videoclip, realizzato dal sand artist di fama internazionale Fatmir Mura: https://www.youtube.com/watch?v=khGWtwtuPX4) al progetto “Mitsiky” (che in malgascio significa “Sorriso”). Tale progetto umanitario è rivolto a sostenere le mamme e i bambini che vivono nella discarica di Antsirabe, in Madagascar, attraverso la ONG A.P.A. presieduta da Nicolay Catania, che da più di cinque anni opera in quei territori, lavorando con la finalità di rendere autonome, professionalmente, quelle mamme che cercano disperatamente di strappare dalla
discarica il futuro dei propri figli, insegnando loro a sfruttare la ricchezza della terra, diventando contadine, allevatrici, etc…

Il concerto di Aida si apre con “A cuore nudo”, premiata al Festival degli Autori di Sanremo 2009, ove la cantautrice evidenzia quello che ritiene il vero allarme sociale di oggi, la latitanza di Bellezza e Poesia. Voce ospite della canzone uno straordinario Leo Gullotta, nei panni d’un antico “abbanniaturi”, che urla il pericolo della poesia che muore sulle strade.

Il repertorio di Aida spazierà dalle sue canzoni che han goduto delle vetrine nazionali di diversi festival di San Remo, fino alle composizioni dal sapore più popolare dell’ “Aida Banda Flores”, che l’ha vista protagonista di numerosi concerti di successo, di pubblico e stampa, tanto da trarne l’omonimo CD‐live premiato al Lunezia, portati in giro tra i più rinomati Festivals e Rassegne Italiani: O’ Scià 2006, ospite di Claudio Baglioni; I e II edizione dell’Indepedent Music Day, al fianco di Povia e Baccini, il 28 febbraio a Sanremo; il 9 luglio a Benevento, in piazza Castello, per “Quattro notti e più di luna piena”, e in piazza Traiano, sullo stesso palco in cui si esibì Nicola Piovani e la sua orchestra; …

Buona parte dell’esibizione riguarderà le nuove canzoni del concept‐album “Bellandare”

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.