Cinema-Teatro-MusicaPrimo Piano

Buon Anno dal Teatro Ditirammu: tutti gli eventi fino al 6 gennaio

l mago di ozIl Teatro Ditirammu apre al nuovo anno con visite guidate e con un programma variegato pieno di spettacoli sia per piccoli che per adulti.  Non si ferma dunque l’attività del Teatro, anzi raddoppia grazie al grande successo ottenuto dall’ultima stagione invernale con innumerevoli presenze e partecipazione di pubblico sempre più caloroso.

Dal 1° al 6 gennaio il Teatro rimarrà aperto per dare la possibilità ai turisti, curiosi e pubblico in genere di visitare la Casa-Museo. Una mostra, infatti,  in genere costituisce un canale privilegiato di comunicazione rivolta al grande pubblico, la mostra a “porte aperte” esposta al Museo del Teatro Ditirammu e le  varie performances  previste, intendono testimoniare la volontà di portare avanti un progetto di grande rilevanza culturale ed artistica identificativa del popolo siciliano sin da epoche passate.

Ecco il programma completo per dare il benvenuto al nuovo anno  all’insegna della cultura e della tradizione popolare:

1 gennaio ore 17:30  Le Cantate di Strada.

2 gennaio ore 11:00 e ore 17:30 Le Cantate di Strada.

3 gennaio ore 11:00  Cenerentola Vintage e ore 17:30 Nicù e il Mago di OZ .

4 gennaio ore 17:30 Le Cantate di Strada.

6 gennaio ore 11:00 e ore 17:30 Cenerentola Vintage

ore 19:00 partecipazione alla solenne processione per i festeggiamenti del ‘Bambinello della Gancia‘ nella Chiesa Santa Maria della Pietà alla Kalsa

Il cartellone artistico  del Teatro Ditirammu  propone  dunque diversi appuntamenti tra i quali “Le Cantate di Strada”  con Marco Manera. Durante le perfomances teatrali  l’attore  si esibirà con alcune cantate di strada quali Colapisci, La Barunissa di Carini, La Ballata di Falcone e Borsellino ed infine InkantaStoria in cui viene raccontata la vita e il teatro contemporaneo di Tadeusz Kantor (Wielopole Skrzyńskie, 6 aprile 1915 – Cracovia, 8 dicembre 1990), pittore, scenografo e regista teatrale polacco, tra i maggiori teorici del teatro del Novecento. Un componimento questo di Elisa Parrinello  e musiche di Vito Parrinello. Parole e ‘musichette’ che contengono in 8 quadri alcuni degli aspetti significativi della vita artistica del grande regista polacco.

Un’antica tradizione popolare che il Teatro Ditirammu ha voluto adattare ad una tra le figure più significative del teatro contemporaneo del ‘900. per domani mattina alle 11:00 non può andare in scena. Lo stesso spettacolo sarà riproposto appena possibile. Sempre domani alla stessa ora, proporremo l’attore Marco Manera nelle vesti di cantastorie con la ‘cantata’ di ‘Colapisci’, ‘La ballata di Giovanni e Paolo’, la storia del ‘Re Befè biscottu e minè’ e ‘inKantorstoria’. Lo sgraniggio c’è! C’è pure il pane con l’olio del Baglio Fontanasalsa con Marco ci sono Federica Pollari, Chiara Bologna, Carlo Di Vita, Enzo Rao Camemi, Fabio Lannino . Ogni performance, che ha la durata di circa un’ora, è in dialetto siciliano comprensibile anche per i bambini e sono accompagnate da musiche della tradizione siciliana con i musicisti Vito Parrinello alla chitarra e Fabio Lannino al contrabasso.  

A completamento del cartellone, vengono proposti anche spettacoli  di e con Elisa Parrinello che con il personaggio oramai famoso di Nicù spopola tra i bambini all’insegna del divertimento.

Giorno 3 alle 11.00 e il 6 gennaio alle ore 11.00 (con replica alle 17.30) si aprirà il sipario per Cenerentola Vintage Nicù. Una esibizione che si propone come una versione rivisitata in stile “comicamente Vintage” e allo stesso tempo, fedele alla fiaba di Cenerentola. Con un finale inusuale lo spettacolo vuole dimostrare che anche le fiabe più belle possono mutare il loro viaggio e nonostante questo mostrare una morale e un’etica brillante che unisce i personaggi più originali. Cenerentola è una fanciulla dall’aspetto farsesco in cerca del suo amato Principe Elvis che capovolgerà gli eventi trasformando l’affabulante fiaba in un racconto dai talenti “rock and roll”.

Mentre il 3 gennaio alle ore 17.30 i riflettori si accenderanno per lo spettacolo di Nicù e il Mago di OZ. Un appuntamento questo quale riadattamento, tenero e fantastico, del celebre romanzo “Il meraviglioso Mago di Oz” di Frank Baum. Fedele ai personaggi del libro, l’esibizione vede andare in scena la storia di Dorothy. La piccola vive con gli zii e un cane, finché un giorno, un tornado solleva la sua casa e la capanna del Mago Meraviglia, trasportandole nella Terra delle Streghe. Qui la piccola incontrerà tanti personaggi stravaganti, alcuni dei quali diventano suoi amici. Costumi, regia e scene sono a cura di Elisa Parrinello.

Il costo del biglietto singolo posto unico è di euro 7,00 . Info e prenotazioni – cellulare 3311044500 –  email spettacoli@teatroditirammu.it. Il botteghino è aperto dal lunedì al sabato dalle ore 16.30 alle 19.30 e nei giorni di spettacolo dalle ore 20.00.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.