PoliticaPrimo Piano

4.000 voti per 200.000 euro, arrestato assessore della Lombardia

L’arrestato Domenico Zambetti

È finito in manette oggi a Milano Domenico Zambetti, assessore della Regione Lombardia.

Zambetti, 60 anni, nato a Bari, membro della giunta di Roberto Formigoni, è  accusato di aver comprato un pacchetto di preferenza da due esponenti della ‘Ndrangheta per la sua elezione alle Regionali del 2010.

I voti ‘acquistati’ sarebbero ben 4.000, decisivi per la sua elezione di 2 anni fa, avvenuta con 11.217 preferenze. Il costo? 200.000 euro, sborsati a due colletti bianchi della mafia calabrese.

L’accusa per Zambetti, quindi, è pesantissima: voto di scambio e concorso esterno in associazione a mafiosa.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.