CronacaPrimo Piano

23 maggio 2014: XXII anniversario stragi di Capaci e via D’Amelio. Il programma

E’ dal 2002, in occasione del decennale, che la Fondazione “Giovanni e Francesca Falcone”, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca ha concentrato la sua attenzione sulle scuole, con le quali ha iniziato a realizzare percorsi di educazione alla legalità a livello nazionale. Tali progetti hanno il loro momento conclusivo il 23 maggio, anniversario della strage di Capaci, giornata che col tempo è diventata un appuntamento molto atteso dai docenti e dagli studenti del nostro Paese. In questi anni infatti la partecipazione è stata altissima ed è stata resa possibile dalla stretta collaborazione con le Forze dell’Ordine, con Enti ed Associazioni che si sono rese disponibili a lavorare insieme.

 Il Viaggio della legalità – 22 maggio 2014

Come di consueto, anche quest’anno salperà dal porto di Civitavecchia la Nave della Legalità che condurrà a Palermo studenti e insegnanti da tutta Italia a conclusione del loro percorso di Educazione alla Legalità. Partecipano all’evento le classi vincitrici del concorso nazionale indetto dal MIUR e dalla Fondazione intitolato “Legalità e Cittadinanza Economica” e le scuole vincitrici del concorso nazionale indetto dal MIUR e dalla Corte dei Conti intitolato “L’Italia incompiuta”.

Insieme a loro le scuole che si sono caratterizzate per aver realizzato i migliori progetti di educazione alla legalità a scuola.

Cerimonia Civitavecchia

A partire dalle ore 13:00 affluiranno al Porto le scuole partecipanti. Gli ospiti potranno accedere a partire dalle ore 16:00 alla zona antistante la Banchina 2 del Porto di Civitavecchia, accedendo dall’uscita autostradale Civitavecchia Nord – Direzione Porto fino ad arrivare al “Varco Vespucci” dove saranno accreditate per l’accesso all’area dell’evento

PROGRAMMA 23 MAGGIO 2014 – PALERMO

Ore 08:30 

Porto di Palermo

I più di 3000 studenti giunti al porto da tutta la Sicilia, accolgono l’arrivo della Nave della Legalità alla presenza della prof.ssa Maria Falcone e di alcuni rappresentanti delle istituzioni. Scesi dalla Nave il Ministro Giannini e le altre autorità rivolgono un breve saluto dal palco agli studenti. A seguire sarà organizzato un corteo verso l’area Bunker.

Tutti gli altri ospiti potranno utilizzare le navette di cortesia che li condurranno all’interno dell’Aula Bunker del carcere dell’Ucciardone, per la cerimonia istituzionale.

Intervengono al Porto di Palermo:Prof.ssa Maria Falcone, Presidente del Senato Pietro Grasso, Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, Procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti, Don Luigi Ciotti

Ore 9.30 – 12.30 – AULA BUNKER

Cerimonia istituzionale solenne per l’anniversario delle stragi di Capaci e Via d’Amelio – in ricordo di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Francesca Morvillo, gli uomini e le donne delle scorte. Saranno presenti all’interno dell’Aula Bunker circa 800 studenti, le più alte Autorità istituzionali, i vertici delle Forze dell’ordine e i vertici dell’Associazione Nazionale Magistrati.

Il Ministro Giannini rivolgerà un saluto a tutti i presenti in Aula (5 minuti).

Nel cortile antistante l’Aula Bunker sarà allestito per gli studenti delle scuole primarie  il Villaggio della Legalità con stand e laboratori realizzati dalle Forze dell’Ordine, dalle Associazioni del territorio e dagli scout.

Ore 13.30 Al termine della cerimonia le autorità presenti e gli ospiti si recheranno per il pranzo a Villa Chiaramonte Bordonaro (Via delle Croci, 21 – Palermo).

Ore 9 – 13.30 – Piazza Magione, Piazza e Teatro Politeama

Contemporaneamente alla cerimonia istituzionale dell’Aula Bunker migliaia di studenti e docenti parteciperanno alle iniziative organizzate dal MIUR, dalla Fondazione Giovanni e Francesca Falcone e dalle scuole di Palermo nei Villaggi della Legalità appositamente allestiti.

Nelle piazze è prevista la partecipazione di circa 15 mila studenti di ogni ordine e grado di istruzione che nel corso della mattinata prenderanno parte ai laboratori creativi e ai dibattiti organizzati con le associazioni antimafia del territorio, le forze dell’ordine e i magistrati.

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.