Palermo, giovane mostra il membro a una signora sul 102

Foto Internet

Singolare notizia riportata stamane da PalermoToday: un ragazzino di circa 16 anni, che viaggiava con amici su autobus della linea 102 – che collega la Stazione Centrale con piazzale Lennon – avrebbe mostrato il pene ad una signora.

La donna, però, viaggiava con il marito, che ha reagito immediatamente innescando un violento diverbio con il ragazzo, la rissa è stata evitata dall’intervento dei passeggeri e dell’autista che ha fermato il mezzo e provveduto a far scendere il giovane esibizionista in via Notarbartolo.

 

 

 

 

Post correlati:

  1. Carolina Varchi esclusa dalla lista Musumeci: scontro Pdl – Giovane Italia
  2. A Palermo la mostra ‘Beat Pop Vintage’
  3. Stop ai comizi a Palermo, Giovane Italia non ci sta
  4. GAM di Palermo, prorogata la mostra di Adalberto Abbate

15 commenti per Palermo, giovane mostra il membro a una signora sul 102

  1. cristiano 3 ottobre 2012 at 12:36

    siamo arrivati molto lontani,pultroppo non esiste piü il rispetto e non ci sono piü limiti,il mondo e´´in mano al diavolo.

    Rispondi
    • marcaurelio 3 ottobre 2012 at 13:05

      a cristià… ma vattelapijà………. ahahahah

      Rispondi
      • . 4 ottobre 2012 at 17:19

        stima!

        Rispondi
  2. andrea 3 ottobre 2012 at 12:50

    Eh si siamo alla frutta,come il tuo italiano,ignorante!

    Rispondi
  3. satana 3 ottobre 2012 at 13:09

    Si è vero ma non è così semplice.

    Rispondi
  4. satana 3 ottobre 2012 at 13:15

    Mettetevi voi nei miei panni! non è facile anche perchè la concorrenza è spietata. Ogni giorno fatico sempre di più.
    Ieri sto regazzino l’avevo istruito bene: “Sali sulla 102, ti guardi intorno e appena trovi la vecchia giusta, quella cicciona mi raccomando, la guardi con uno sguardo di misto di sfida e complicità e le mostri quel poco che hai da mostrare poi però ti devi anche bucare con una siringa infetta e regalare droga agli altri avventori, mi raccomando!” e invece lui…

    Rispondi
  5. satana 3 ottobre 2012 at 13:24

    Per fortuna che gli Amici di Roma mi aiutano… vabbè quelli storicamente sono fortissimi, co sta finta che mi hanno cacciato (Così io ho potuto fare il lavoro… quello sporco… in tranquillità) si sono fatti la rendita. Però l’attuale CEO lo rispetto, veramente all’altezza, quasi alla mia… Grande Ratzi!

    Rispondi
  6. farfalla 3 ottobre 2012 at 13:26

    Quando non si ha nient’altro da mostrare…

    Rispondi
  7. Bruno Elio 3 ottobre 2012 at 13:59

    L’hanno fatto scendere? Tutto li? Due occhi neri e quattro denti in meno no? È gli atti osceni in luogo pubblico non valgono più?

    Rispondi
  8. viviana 3 ottobre 2012 at 14:32

    a me una volta è capitata una cosa anloga (con un adulto) ma iol’ho disintergato dicendogli:poverino è tutto li- secondo me è il sistema migliore

    Rispondi
  9. Njörðr 3 ottobre 2012 at 14:53

    Satana, stima infinita!

    Rispondi
  10. satana 3 ottobre 2012 at 15:56

    Grazie ma la stima non basta. Me li presti 100 euro?

    Rispondi
  11. Njörðr 3 ottobre 2012 at 18:36

    Accontentati della stima.

    Rispondi
  12. Relax 3 ottobre 2012 at 22:09

    Dai commenti non si direbbe che il pene é un organo del corpo umano, piuttosto un arma di fabbricazione infernale.
    Come si fa a non riderci sopra?
    I Palermitani sono sempre quelli che hanno ribattezzato la Fontana Pretoria “fontana della vergogna”? Ancora nel 2012?? Eppure nonostante l’ipocrisia le porcate le fanno anche loro quando non guarda nessuno.

    Rispondi
  13. Arcangelo Gabriele 5 ottobre 2012 at 09:25

    Mi dispiace di non esserci stato ma ero in aula consiliare con i cherubini e i demonietti, comunque penso che se il ragazzino ha fatto questo gesto, le cose sono due: O lui era un cretino, o la signora era una rompi scatole bigotta siciliana ignorante del sottoborgo di palermo e a quello gli son “girati” i maroni. A quel punto sarei arrivato io e avrei risolto tutto con una decapitazione a spada sacra per entrambi. Pace e Bene

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Categorie