Cronaca

150 mila veicoli fantasma, utilizzati per commettere reati

Foto internet

Genova. Il numero delle autovetture fantasma in Italia sale a 150 mila. Infatti è in corso una maxi operazione chiamata “Ghost Car”, attuata dalla Polizia Stradale. In Italia sono stati rintracciati oltre 150 mila veicoli, le cui proprietà risultano intestate a varie persone fittizie o prestanome. Le auto venivano utilizzate dalla criminalità per commettere dei reati e i presunti prestanome sono circa 14 mila.

La Polizia Stradale ha già radiato oltre 10 mila veicoli e tale gesto fa sì che si arrivi ad un record mai visto nella lotta alla criminalità. Le autovetture incriminate sono maggiormente Rolls Royce, Ferrari, Lamborghini, ma anche Panda, 500, veicoli commerciali che, essendo intestati in maniera fittizia, permettono di commettere reati e di sfuggire ad ogni controllo e sanzione. Inoltre l’operazione investigativa ha evidenziato che nel 2012 107.402 veicoli di questi circolava senza copertura assicurativa.

Quindi la auto fantasma circolavano senza effettuare alcun pagamento relativo a pedaggi autostradali, contravvenzioni e soprattutto evitavano controlli delle forze dell’ordine quando le auto divenivano mezzo per commettere gravi reati. Alcuni di questi mezzi risultano essere rimasti coinvolti in gravissimi incidenti, come quello avvenuto nell’Ottobre 2011 in cui tre giovani morirono schiacciati contro il pullman del Torino Calcio. Le autovetture, a quanto pare, sono intestate a nomadi, persone decedute e senza tetto. Non mancano i nomi di pluripregiudicati e gente vicina alla criminalità organizzata che tramite l’intestazione fittizia facevano business e agevolavano reati.

 

Tags
Moltra altro

Articoli Correlati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.